NOVELLETTE

 

 

In un romanzo e dodici racconti si dipanano leggende. La storia vera emerge dal tessuto diegetico appoggiandosi ad una rete di documenti provenienti da Archivi e memorie consolidate. Il Paese ritrova radici antiche. La sua gente ricompare da un tempo lontano e s’imbatte in personaggi mai nati che assumono una consistenza plausibile, sentimenti, sofferenze, capricci, decisioni. Assieme costruiscono la vicenda umana e sociale di una piccola comunità d’Abruzzo.

Carmine Cavallucci è nato a Vacri nel 1951.
Ha insegnato Italiano e Storia negli Istituti Secondari Superiori.
Da sempre appassionato di ricerca storica, ha dedicato gran parte dei suoi studi all’approfondimento
di vari aspetti della vita sociale nel Settecento in Abruzzo.

Prefazione a cura del Prof. Giovanni Di Peio
Presidente del Comitato di Roma della Società Dante Alighieri

 

 

_________________________________

Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
(Sala Macchia, 6-8 novembre 2017)

Seminario di studi sui beni musicali

IL LIBRO LITURGICO MUSICALE DAL QUATTROCENTO ALL'OTTOCENTO:
STORIA, CONTENUTI, CATALOGAZIONE

L’Istituto di Bibliografia Musicale di Roma, in collaborazione con la Biblioteca Nazionale Centrale, organizza una serie di Seminari dedicati alla Bibliografia Musicale, alla Catalogazione delle Fonti musicali a stampa e manoscritte e degli Audiovisivi.

Il primo seminario, che si terrà dal 6 all'8 novembre, sarà dedicato a Il libro liturgico musicale dal Quattrocento all'Ottocento: storia, contenuti, catalogazione. Nella storia del libro e della bibliografia musicali anche le edizioni di argomento liturgico-musicale, presenti in tutti gli istituti di conservazione del nostro paese, rivestono un particolare interesse, e ciò non solo dal punto di vista dei contenuti per la storia del canto sacro e della liturgia, ma anche per gli aspetti tipografico-editoriali, per l’arte della stampa e dell’editoria specializzate. L’evento formativo si rivolge a bibliotecari, neolaureati in Lettere, Beni culturali, Conservatori e a operatori culturali che abbiano requisiti e conoscenze idonei per affrontare problematiche bibliografiche, paleografiche, codicologiche e musicali.

Le discipline

Giacomo Baroffio (Università di Pavia), L’universo liturgico. Il repertorio della Messa e dell’Ufficio
Andrea De Pasquale (Direttore Biblioteca Nazionale Centrale), Le tecniche di stampa della musica antica
Salvatore De Salvo Fattor (Conservatorio di Musica Lorenzo Perosi di Campobasso), Elementi di paleografia musicale
Valentina Piccinin (collaboratrice Biblioteca Nazionale Centrale), Regole di catalogazione del libro antico liturgico-musicale
Nicola Tangari (Università di Cassino e PIMS), Il libro liturgico-musicale: repertori bibliografici e banche dati in rete

Il 6 novembre alle ore 20.00 presso la chiesa di S. Giacomo in Augusta, via del Corso 494/A, avrà luogo un concerto di canto cristiano-liturgico
tenuto dal Gruppo vocale L. Feininger (ingresso libero)

per informazioni: dr. Benedetto Cipriani - ibimus@libero.it – 06 49 13 25 – 320 96 51 167

 

 

_________________________________

 

NUOVI ARCHIVI MUSICALI AL DMI DI LATINA

 

L'attività di acquisizione di archivi e fondi di musicisti promossa dal DMI - Dizionario della Musica in Italia di Latina prosegue con costanza e continuità. Nuovi e importanti archivi vanno ad aggiungersi ai circa cento già ospitati nella struttura pubblica dell’Archivio dei Musicisti messa a disposizione dal Comune di Latina negli edifici della Casa della Musica ora inseriti nel piano strategico “Grandi progetti beni culturali” del MiBACT.

Un archivio fondamentale per il DMI e il suo prossimo dizionario dei musicisti è quello ricchissimo di Alberto De Angelis (1885-1965), dizionarista musicale e autore degli Annuari dei musicisti nei primi decenni del secolo scorso. Un archivio biografico unico e tutto da scoprire. Il ringraziamento dal profondo del cuore va alla sensibilità di Salvatore Ventura e di Marco Cambellotti, nipote del grande Duilio.

È in via di completamento il trasferimento dell’archivio di Paolo Centurioni, storico violista de I Musici. Del famoso complesso è stato acquisito considerevole materiale archivistico così come del Trio d’archi di Roma e di altre importanti formazioni cameristiche. Come già precisato nel precedente comunicato, l’archivio ne contiene a sua volta altri
assai preziosi: p.e. quelli del violinista Oscar Zuccarini (1888-1959) e del direttore d’orchestra palermitano Ernesto La Villa.

Da segnalare anche alcuni archivi incompleti che per la loro importanza meritano una segnalazione: una notevole quantità di contratti del triestino Carlo Schmidl (1859-1943) dall’archivio della sua casa editrice; materiale vario del direttore d’orchestra Bernardino Molinari (1880-1952); materiale vario e il carteggio epistolare praticamente completo del compositore Nino Oliviero (1918-1980).

Il materiale è naturalmente a disposizione di studiosi, ricercatori, laureandi, studenti, appassionati.

Il tradizionale appello conclusivo: chi fosse a conoscenza di altri archivi musicali ancora 'senza casa’ lo invitiamo a darcene opportuna segnalazione.

prof. Claudio Paradiso
Presidente
Dizionario della Musica in Italia

paradiso@dmi.it

 

 

_____________________________________

 

 

Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

Ufficio Rapporti Istituzionali, Valorizzazione, Comunicazione e Fundraising

Tel. +39 06 49 89 352/344 Fax. +39 06 49 89 339

bnc-rm.ufficiostampa@beniculturali.it

Viale del Castro Pretorio, 105 - 00185 ROMA

http//www.bncrm.beniculturali.it

 

 

 

_______________________________________

 

 

https://twitter.com/MiBACT/status/910939063527632897

www.dmi.it

 

 

____________________________________________

 

 

Con un saggio di Giacomo Danese

Theodor Wiesengrund-Adornos Klavierlieder op. 3
Echos eines Wiener Abends für "Zeitgenössische Musik"


 

__________________________________________

 



_____________________________________

 


_____________________________________

 

 

_____________________________________

 

LA MUSICA NEL CUORE

 

 

Ad un anno dalla scomparsa, domenica 7 maggio serata commemorativa di Antonio Di Leonardo nella Scuola civica di Musica, Sanbuceto. Filmati, testimonianze, musica, in ricordo del fisarmonicista teatino, con una mostra degli organetti costruiti in tanti anni di carriera appassionata. Nell'occasione si sono ritrovati, dandosi convegno dopo tanto tempo, i componenti della Fisorchestra che il musicista aveva costituito negli Anni Settanta. Diretti da Gianfranco Tatasciore hanno ripreso il repertorio di allora con il commosso consenso del numeroso pubblico, nel segno del più convinto motto lasciatoci dal Maestro Tonino: «O sei bravo, o sei medio, o terra-terra, se hai con te la musica, non sarai mai solo. »